Conoscere l’economia civile per una città in comune

Articolo scritto il

12 Dicembre 2019


Categoria dell’articolo:


Questo articolo contiene i seguenti tag:

Si è svolto a Tivoli, presso la bellissima sala del Convitto nazionale in Piazza Garibaldi, un interessante convegno sull’economia civile che ha coinvolto esperti della materia come Leonardo Becchetti, professore ordinario di Economia Politica all’università di Tor Vergata e direttore del Festival dell’Economia civile, l’amministrazione pubblica con la presenza del nostro coordinatore nazionale Paolo Ciani nella sua qualità di Consigliere della Regione Lazio, Mauro Rodolfo Salvatori Direttore Generale della Comunità montana dei Monti Prenestini e Gianmarco Proietti, Assessore al bilancio Finanze, Tributi e Pubblica istruzione del Comune di Latina.

Tanti gli argomenti trattati con grande partecipazione anche dei presenti, che grazie ad esempi comuni hanno colto alcuni dei grandi sistemi che regolano l’economia.

Dignità del lavoro, tutela dell’ambiente, sostenibilità umana, demografia e generabilità, concetto che indica il valore della vita quando serve a qualcosa e/o a qualcuno. E’ lì che la nostra vita diventa generativa e dunque felice. E DEMOS vuole diventare il partito della felicità.

Vi lasciamo con una riflessione del prof. Becchetti molto interessante.

In politica si può scegliere di stare dalla parte dell’offerta (entrare in un partito politico o fondarlo per cercare di farsi eleggere e governare) o dal lato della domanda (restare cittadino che deve decidere per chi votare). Negli ultimi anni l’innovazione dell’organizzazione dal lato della domanda in economia ci propone esempi interessanti come quelli dei gruppi d’acquisto con i quali gruppi di consumatori organizzati si coalizzano per aumentare il loro potere contrattuale nei confronti dell’offerta. Allo stesso modo questo accade in politica. Ed i tempi sono ormai maturi, anzi urgenti. Cittadini ed elettori di buona volontà che hanno a cuore il bene comune possono davvero unirsi per costruire un ‘gruppo di acquisto politico’. E cominciare a cambiare il Paese”.

Di seguito alcune immagini dell’evento.

X

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca su Informativa sulla tutela dei dati personali. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Informativa sulla tutela dei dati personali.