La Siria, il Libano, e il trionfo del comunitarismo globale

Articolo scritto il

7 Ottobre 2020


Categoria dell’articolo:


Questo articolo contiene i seguenti tag:

Su Domani

Sotto il peso delle divisioni etniche e religiose è fallito il tentativo di formare un nuovo governo in Libano. Ma la tendenza è generale: il mondo globalizzato, davanti a caos e violenze, si ripiega nelle sue divisioni e solidarietà primarie
  • Il presidente francese Emmanuel Macron ha accusato i leader libanesi di aver tradito gli impegni presi. È fallito infatti il tentativo di formare il nuovo governo, nonostante gli sforzi di mediazione francesi.
  • Il premier libanese incaricato Adeeb ha fallito perché i partiti comunitari libanesi, e in particolare gli hezbollah sciiti, vogliono mantenere il controllo sull’esecutivo.
  • Il ripiegamento comunitario, su base etnica e religiosa, sta diventando la cifra dei nostri tempi. Il mondo globalizzato, davanti a caos e violenze, si ripiega nelle sue divisioni e solidarietà primarie
X

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca su Informativa sulla tutela dei dati personali. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Informativa sulla tutela dei dati personali.