Pietro Bartolo, il “medico di Lampedusa” aderisce a DEMOS

Articolo scritto il

18 Febbraio 2019


Categoria dell’articolo:


Questo articolo contiene i seguenti tag:

Conferenza stampa presso la Sala Stampa della Camera

Sono qui in una veste nuova, con grande emozione e orgoglio. I principi cui si ispira questo nuovo soggetto politico DEMOS, stare vicino ai più deboli, non ragionare con la pancia ma con la testa e il cuore, mi hanno spinto a prendermi questo carico”. Così Pietro Bartolo, conosciuto come ‘il medico di Lampedusa’ ha presentato oggi la sua adesione a Democrazia Solidale nel corso di una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati.

Ho passato gli ultimi tre anni a girare per l’Italia raccontando la verità su chi sono le persone che attraversano il Mediterraneo. Dopo un film e aver scritto un libro, mi sono chiesto, devo scegliere un impegno politico? La politica è la cosa più bella del mondo, perché è servizio, stare dalla parte del popolo – ha dichiarato Bartolo – Dobbiamo cercare di far ripartire questa Italia, che oggi è fanalino di coda in tutti i settori. Non possiamo sfasciarla, dividendola tra privilegiati e diseredati, ricchi contro poveri, Nord contro Sud, deboli sempre più deboli. Siamo un grande Paese, culla della cultura, cerchiamo di unirlo non dividerlo. Siamo propositivi verso questa Europa e non sfasciamola”.

L’ex viceministro degli esteri Mario Giro, tra gli iniziatori del nuovo soggetto politico, nel rallegrarsi per l’importante adesione ha sottolineato come “il popolo sovrano non appartiene a nessuno e nessuno se ne puo’ appropriare. Importante ricordarsene sempre ed in particolare in questo momento politico“, ha osservato.

L’adesione di Pietro Bartolo è qualcosa di molto importante di cui siamo fieri. La sua vita è testimonianza del volto più bello dell’Italia: quello di chi sa fermarsi dinanzi al dolore altrui, commuoversi, intervenire, raccontare. In un tempo in cui il tessuto sociale del Paese si sgretola e l’Europa si riempie di rabbia, noi pensiamo sia necessaria una nuova rappresentanza politica, che, forte dell’impegno quotidiano sul territorio, sappia ‘rammendare’ le lacerazioni della società, a partire dalle periferie. Persone come Pietro Bartolo ne sono gli interpreti migliori” – dichiara il coordinatore nazionale di DEMOS Paolo Ciani – “Sentiamo forte questa esigenza davanti ad un vento populista fatto di promesse irrealizzabili e disprezzo per l’Unione europea, che rischia di mettere in pericolo il futuro del Paese”. Secondo i promotori di DEMOS occorre trovare un nuovo linguaggio nel dibattito pubblico, per affrontare con lucidità e senza propaganda temi complessi come la lotta alla povertà, la disoccupazione, l’immigrazione. “Mettere insieme tanti soggetti per costruire un ‘noi’ solidale – sottolinea Ciani – perché il futuro non sia un’incognita fatta solo di paure e mancanza di opportunità”.

Per saperne di più leggi l’articolo su http://www.farodiroma.it/pietro-bartolo-il-volto-piu-bello-dellitalia-il-medico-di-lampedusa-aderisce-a-demos-il-commento-di-paolo-ciani/

X

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca su Informativa sulla tutela dei dati personali. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Informativa sulla tutela dei dati personali.