Roma: Ciani ricorda il bambino con i libri. Demos contro gli sgomberi inumani e senza alternative

Articolo scritto il

15 Luglio 2020


Categoria dell'articolo:


Questo articolo contiene i seguenti tag:

Sul Faro di Roma

“Tutti furono sgomberati: ma un anno dopo, le famiglie ancora non hanno un’alternativa abitativa stabile ed il luogo è in stato di abbandono”. Lo denuncia il consigliere regionale di Demos Paolo Ciani, che lo scorso anno assistette dal lato delle famiglie allo sgombero della scuola e che oggi è tornato a Via Cardinal Capranica per documentare in un video pubblicato sui social la situazione.

“Esattamente un anno fa – sottolinea Ciani – la foto del bambino con i libri in mano circondato da poliziotti ha fatto il giro del mondo. Era la sintesi dello sgombero di tante famiglie dalla scuola pubblica in disuso di Via Cardinal Capranica divenuta da molti anni casa per tanti. Quella notte l’intera area, nel quartiere di Primavalle fu circondata e isolata da un imponente numero di poliziotti e mezzi”.

“Si è provato a dire – ricorda il leader di Demos – che quella fosse una situazione di degrado. Ma le persone non sono mai degrado. Quegli abitanti sono stati sparpagliati nella città: alcuni in centri di accoglienza, altri ospiti di parenti e conoscenti, altri in altre occupazioni. Quasi tutti in una situazione abitativa di maggiore precarietà rispetto a prima e con un dispendio di soldi pubblici notevoli”.

“Questa vicenda mostra che il recupero degli spazi pubblici non può essere effettuato contro le persone, ma in loro favore. Lo dicevamo un anno fa, lo ribadiamo con la stessa convinzione oggi”, conclude Ciani.

X